• Italiano

“Cos’hai da guardare?” – Bobo Rondelli, parole e musica

BOBO RONDELLI. PAROLE E MUSICA
Gambassi Terme – Parco comunale  – 13 settembre 2020

Ginevra Di Marco – madrina della prima edizione del festival – passa il testimone al padrino di Ci sono sempre parole 2020: Bobo Rondelli.
Il noto cantautore –  uno degli ultimi “maledetti” della canzone e della poesia italiana, un artista che porta con sé la beffarda, dolente, orgogliosa eredità umana e politica della sua Livorno, fondata, come racconta lui stesso, “da ladri, prostitute, prigionieri politici” – chiuderà il festival con uno spettacolo che unisce parole e musica.

Infatti la presentazione del suo libro Cos’hai da guardare (Mondadori, 2019) si unirà a una chiacchierata intrecciata a un repertorio di canzoni .

Roberto Bobo Rondelli è nato a Livorno nel 1963, e lì continua a vivere, nel quartiere del Pontino. Ha inciso album che hanno ricevuto sempre un grande apprezzamento da parte della critica, come Figlio del nulla (2001), Disperati, intellettuali, ubriaconi (2002), Per amor del cielo (2009), L’ora dell’ormai (2011) con la partecipazione del poeta milanese Franco Loi, Bobo Rondelli canta Piero Ciampi (2016) e Anime storte (2017). Ha recitato in alcuni film, tra i quali Sud Side Stori di Roberta Torre, La prima cosa bella e La pazza gioia, entrambi di Paolo Virzì. Dalla stagione 5 è presente nella serie I delitti del BarLume.