• it

Arte “da degustare”: è “Tastin MuDEV” il progetto vincente

CALL: invia il tuo progetto per la cena dei musei
10 novembre 2017
#galeottofuilmuseo: l’appuntamento al buio del MuDEV per il giorno di San Valentino!
7 febbraio 2018

Storici dell’arte e sommelier insieme per scoprire le connessioni tra i prodotti della terra circostante e le opere d’arte esposte

MONTESPERTOLI – Si chiama Tastin’MuDEV, il progetto di Carlotta Mazzoli e Alessia Nardi con Luca Bochicchio, Jacopo Fanciulli, Daniele Rizzo, ed è il format di visita museale polisensoriale che unisce arte e degustazioni enologiche ad essersi aggiudicato ieri sera il premio, 800 euro, della prima Call per creativi lanciata dal Museo Diffuso Empolese Valdelsa.

Partendo da una ristretta selezione di opere esposte in tre dei musei del MuDEV (Museo della Collegiata, BeGo e Museo della Ceramica) e dall’analisi della cultura vinicola territoriale, il progetto si propone di instaurare molteplici confronti e collegamenti tra opere d’arte e vini locali, alla ricerca di storie e linguaggi comuni. Un modo per attrarre dentro il museo un pubblico diverso ma anche per rendere più interessante la visita o stimolare appunto nuove connessioni tra la cultura che sta dentro i musei e quella che sta al di fuori.

E si è respirato un clima non di competizione, ma di festa e di happening, ieri sera al Centro I Lecci di Montespertoli per la prima edizione di questa call e della “Cena dei musei” che, grazie al meccanismo di FOOD raising, avrebbe consentito di formare il premio e di assegnarlo. A conferma di questo il fatto che tra le oltre 60 persone presenti non c’erano solo i cinque team creativi selezionati, ma anche pubblico e creativi non rientrati nella cinquina finale, ma comunque interessate e accomunate dalla voglia di contribuire con la propria creatività a valorizzare il museo diffuso.

“Ringraziamo quanti hanno partecipato alla nostra iniziativa – dice Cinzia Compalati, direttore del Museo diffuso Empolese Valdelsa –
Una sola proposta ha vinto ma tutti i selezionati hanno dimostrato di avere idee che sarebbero utili a farci crescere e ci auguriamo che possano crearsi le condizioni per realizzare insieme le loro proposte”.

Un grande ringraziamento a tutti i direttivi anche da parte di Giacomo Cucini sindaco con delega alla cultura per l’unione di comuni circondario dell’empolese Valdelsa che ha anche aggiunto “La gestione associata del sistema museale è stata fortemente voluta da tutti i sindaci dell’unione e sono onorato di avere questa delega. La nomina del direttore, la realizzazione del biglietto unico, e adesso la possibilità di realizzare nuovi progetti per qualificare ulteriormente la nostra offerta museale, sono tutti elementi che potranno far si che i nostri 21 musei uniti possano rafforzare la loro presenza e aumentare la loro attrattività nei confronti dei nostri cittadini che stanno tornando a riappropriarsi del loro patrimonio, per dei tantissimi turisti che ogni anno scelgono la Toscana per le loro vacanze”.